Euro

Nota disambigua.svg Disambiguazione – "€" rimanda qui. Se stai cercando la voce sul simbolo di questa moneta, vedi Simbolo dell'euro.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Euro (disambigua).
Euro
Nome localeEuro, (EL) Ευρώ, (BG) Евро, (SL) Evro
1 € 2007.jpg
Moneta da 1 €
Euro Series Banknotes (2019).jpg
Banconote in euro[1] (le banconote da 100 euro e 200 euro sono state prodotte con un numero lucido diverso)
Codice ISO 4217EUR
StatiAustria Austria
Belgio Belgio
Cipro Cipro
Estonia Estonia
Finlandia Finlandia
Francia Francia
Germania Germania
Grecia Grecia
Irlanda Irlanda
Italia Italia
Lettonia Lettonia
Lituania Lituania
Lussemburgo Lussemburgo
Malta Malta
Paesi Bassi Paesi Bassi
Portogallo Portogallo
Slovacchia Slovacchia
Slovenia Slovenia
Spagna Spagna
Andorra Andorra
Monaco Monaco
San Marino San Marino
Città del Vaticano Città del Vaticano
Kosovo Kosovo
Montenegro Montenegro
Simbolo
Frazioni100 centesimi
Monete1, 2, 5, 10, 20, 50 cent; 1, 2 euro
Banconote5, 10, 20, 50, 100, 200, 500 euro (non stampata dal 2014)
Entità emittenteBanca centrale europea
In circolazione dal1º gennaio 2002, 20 anni e 222 giorni fa
(in vigore dal 1º gennaio 1999)
Tasso di cambio1 € = 0,97 CHF
1 € = 1,02 $
1 € = 0,84 £
1 € = 1,31 C$
1 € = 1,46 A$
1 € = 62,89 
1 € = 135,69 ¥ (JPY)
1 € = 6,88 ¥ (CNY)
(29 luglio 2022)
Lista valute ISO 4217 - Progetto Numismatica

L'euro (simbolo: , codice ISO 4217: EUR; AFI: /ˈɛuro/[2]; plurale invariabile oppure, meno comunemente, "euri"[3][4]) è la valuta ufficiale dei paesi della zona euro[5] e quella unica attualmente adottata da 19 dei 27 Stati membri dell'Unione aderenti all'Unione economica e monetaria dell'Unione europea (UEM).[6] La moneta è suddivisa in 100 centesimi.

Il nome euro venne scelto al termine del Consiglio Europeo di Madrid del dicembre 1995,[7] per poi essere introdotto in sostituzione dell'ECU (European Currency Unit, Unità di conto europea) il 1° gennaio 1999 con un cambio 1:1. La circolazione monetaria ebbe effettivamente inizio il 1º gennaio 2002 nei primi dodici Paesi che l'adottarono. Le ultime nazioni ad aver adottato la valuta sono state la Lettonia e la Lituania, rispettivamente il 1º gennaio 2014 e il 1º gennaio 2015.[8][9]

Il complesso di questi Paesi, detto informalmente zona euro (o anche eurozona o eurolandia), conta una popolazione di oltre 343 milioni di abitanti; prendendo in considerazione anche quei paesi terzi che utilizzano divise legate all'euro, la moneta unica interessa direttamente oltre 480 milioni di persone in tutto il mondo. In aggiunta ai membri dell'eurozona, la moneta unica europea è utilizzata anche in altri sei Stati europei: quattro microstati (Andorra,[10] Città del Vaticano,[11] Principato di Monaco[12] e San Marino[13]) hanno adottato l'euro in virtù delle preesistenti condizioni di unione monetaria con Paesi membri della UE, mentre l'adozione da parte del Montenegro e del Kosovo è stata unilaterale.

L'euro è amministrato dalla Banca centrale europea (BCE), con sede a Francoforte sul Meno,[14] e dal Sistema europeo delle banche centrali; il primo organismo è responsabile unico delle politiche monetarie comuni, mentre coopera con il secondo per quanto riguarda il conio e la distribuzione di banconote e monete negli stati membri.[15]

L'euro è la moneta ufficiale anche in tutti i dipartimenti d'oltremare e le collettività d'oltremare francesi: Mayotte (Africa), Riunione (Africa), Guadalupa (Nord America), Martinica (Nordamerica), Saint-Pierre e Miquelon (Nord America), Saint Barthélemy (Nord America), Saint-Martin (Nord America), Guyana francese (Sudamerica) e nelle Terre australi e antartiche francesi. L'euro è la valuta corrente anche a Ceuta e Melilla, città autonome spagnole in nord Africa, nelle Canarie, comunità autonoma della Spagna, nei possedimenti spagnoli del nord Africa (Plazas de soberanía) e nelle regioni autonome del Portogallo Azzorre e Madera.

  1. ^ Le banconote da 100 e 200 euro hanno un numero verde smeraldo, stampato 2019, 147 x 82, 153 x 82.
  2. ^ Luciano Canepari, euro, in Il DiPI – Dizionario di pronuncia italiana, Zanichelli, 2009, ISBN 978-88-08-10511-0.
  3. ^ Plurale corretto della parola euro, su Treccani.it - Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 18 novembre 2015.
    «[...] si deve essere coscienti che il plurale euri non è scorretto, anche se molti storcono il naso perché sentono euri come forma popolareggiante e sbagliata.»
  4. ^ Francesco Sabatini e Vittorio Coletti, euro, in Il Sabatini Coletti - Dizionario della Lingua Italiana, Corriere della Sera, 2011, ISBN 88-09-21007-7.
  5. ^ Monete, su publications.europa.eu.
  6. ^ Commissione Europea - Affari economici e finanziari - L'Euro, su ec.europa.eu. URL consultato il 25 maggio 2009.
  7. ^ Madrid European Council (12/95): Conclusions, su www.europarl.europa.eu. URL consultato il 26 luglio 2022.
  8. ^ (EN) Lithuania (as of 1 January 2015), su ecb.europa.eu.
  9. ^ Giuliano Balestreri, La Lituania entra nell'Euro e già batte tutti i grandi d'Europa, su repubblica.it, 29 dicembre 2014.
  10. ^ Accordo monetario tra l'Unione europea e il Principato d'Andorra (PDF), in Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea, 17 dicembre 2011.
  11. ^ Convenzione monetaria tra la Repubblica italiana, per conto della Comunità Europea, e lo Stato delle Città del Vaticano e per esso la Santa Sede, su eur-lex.europa.eu. URL consultato il 25 maggio 2009.
  12. ^ Convenzione monetaria tra il governo della Repubblica francese, per conto della Comunità europea, e il governo di Sua Altezza Serenissima il Principe di Monaco, su eur-lex.europa.eu. URL consultato il 25 maggio 2009.
  13. ^ Convenzione monetaria tra la Repubblica Italiana, per conto della Comunità europea, e la Repubblica di San Marino, su eur-lex.europa.eu. URL consultato il 25 maggio 2009.
  14. ^ Alessandro Merli, La Banca centrale europea trasloca in una sede da 1,2 miliardi, in Il Sole 24 Ore, 4 novembre 2014. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  15. ^ La stabilità e la prosperità dell'Unione monetaria (di Mario Draghi) La stabilità e la prosperità dell'Unione monetaria (di Mario Draghi), su ilsole24ore.com, IlSole24Ore, 31 dicembre 2014. URL consultato il 31 dicembre 2014.